Questo sito ha bisogno della pubblicità per poter essere mantenuto. Gentilmente disabilita il blocco della pubblicità nel tuo browser per questo sito web.
Caricamento in corso...Caricamento in corso...
Caricamento in corso...

Cos'è il digitale terrestre

In Italia sono partite le prime trasmissioni in digitale terrestre.
Questo sarà lo standard del futuro che prenderà il posto del sistema analogico che ci ha accompagnato per cinquant'anni.
La trasformazione della tv da analogica a digitale, in un primo momento, si doveva completare entro la fine del 2006, ma così come altre cose in Italia le cose si stanno allungando, al punto che adesso si parla del 2008 ma personalmente credo che, forse, il 2010 potrebbe essere l'anno buono.

Che cos'è il Digitale Terrestre ? 
Il Digitale Terrestre (DTT) è un innovativo sistema di diffusione del segnale televisivo in formato digitale, che permette di ricevere i programmi con una normale antenna televisiva senza bisogno di parabole o antenne speciali.
Per poter utilizzare però la nuova tecnologia bisogna avere un "set top box" interattivo da collegare alla presa d'antenna, al televisore tramite cavo Scart (lo stesso tipo di cavo usato per collegare il videoregistratore) e alla linea telefonica per i servizi interattivi.

Che cos'è il  SET TOP BOX ?
Il set top box è un piccolo apparato (vedi foto) che consente di ricevere il segnale digitale e di utilizzare le nuove applicazioni associate ai programmi e ai canali televisivi. E' dotato di un telecomando molto semplice, simile a quello che già conosciamo, con l'aggiunta di quattro nuovi tasti colorati che permettono di accedere ai nuovi servizi interattivi.

Inizialmente però si potrebbero avere alcuni problemi a ricevere i segnali digitali terrestri con alcuni impianti condominiali centralizzati,in quanto per alcuni anni i segnali analogici e digitali coesisteranno nello stesso impianto. 

In Italia esistono generalmente 2 tipologie di impianti:

  • Impianti Tv condominiali a larga banda
  • Impianti Tv condominiali modulari


L’impianto che potrebbe dare maggiori problemi è quello a larga banda in quanto i centralini a larga banda sono più soggetti ad introdurre interferenze, quindi in casi estremi sarà necessario sostituire la centralina con una modulare. Infatti bisogna precisare che mentre un segnale analogico terrestre anche se molto degradato è sempre visibile,uno digitale se degradato sul televisore si presenterà come immagine a effetto mosaico, fermo immagini accompagnati da scrosci nell’audio ed in casi estremi anche con il classico schermo nero.  Quindi ogni impianto condominiale potrà avere problematiche diverse e quindi si dovranno trovare soluzioni diverse, questo non vuol dire che bisognerà fare per forza interventi, se l’impianto centralizzato è stato fatto bene ed è tenuto in buono stato non sarà necessario fare alcun intervento


La tecnologia impiegata del sistema digitale terrestre DVB-T è molto simile a quello satellitare DVB-S, bisogna però dire che mentre il segnale digitale satellitare è direzionale, quello terrestre è soggetto a fenomeni di riflessione e rifrazione che quindi degradano il segnale.  Quindi per fare in modo che i segnali digitali terrestri non vengano influenzati da questi fenomeni verrà utilizzata una tecnica chiamata multiportante, che a differenza di quella analogica terrestre che è formata da 3 portanti, una per il colore, una per il video ed una per l’audio, avrà migliaia di portanti.